12/25/2022
 in 
Benessere

I 3 ormoni della felicità: cosa succede quando ti alleni?

12/25/2022
Tempo di lettura:  
8 minuti
Q

Quante volte è capitato di avvertire una sensazione di benessere subito dopo una sessione di allenamento? Finisce il workout e ci si sente subito più sicuri di sé, più energici, più felici.

Non è un caso, anzi. Questa sensazione è riconducibile al rilascio dei cosiddetti ormoni della felicità, conosciuti con il nome di endorfine, dopamina e serotonina.

I 3 ormoni della felicità: endorfine, dopamina, serotonina

Endorfine: un oppiaceo naturale

È stato dimostrato come gli effetti benefici prodotti dall'attività fisica – tra cui la diminuzione dell'ansia e l’accrescimento dell'autostima –  siano dovuti principalmente al rilascio di β-endorfine

Queste, infatti, sono essenziali per il nostro benessere psico-fisico ed è possibile potenziarle in modo naturale.

Quali sono i processi messi in atto per produrle?

Si tratta di molecole generate autonomamente dal cervello  e che – dopo essere state messe in circolo – producono un forte effetto antidolorifico ed energizzante.

La loro azione è simile alla morfina e ad altre sostanze oppiacee: a seguito di sforzi intensi la loro produzione consente di alleviare il dolore e aumentare lo stato generale di benessere.

A favorirne il rilascio è sicuramente l’esercizio fisico, che deve avere una durata di almeno 30 minuti: migliore è il livello di allenamento e maggiore sarà la produzione di endorfine.

Ormoni della felicità: il ruolo delle endorfine

In particolare, la corsa è nota per avere effetti positivi su umore e benessere generale: esiste, infatti, un termine specifico – runner's high – con il quale si intende quella sensazione di euforia che si genera dopo aver corso per alcuni chilometri.

Da cosa dipende? Proprio da una maggior concentrazione di endorfine nel sangue!

Endorfine e runner's high


Serotonina: l’ormone del buonumore

La serotonina è una molecola che agisce come neurotrasmettitore ed ormone, ricoprendo un ruolo fondamentale nel sistema nervoso centrale.

In quanto neurotrasmettitore, la serotonina trasporta messaggi in tutto il corpo, partendo dalle cellule nervose nel cervello. Questi messaggi  dicono al corpo come lavorare.

Quali sono i benefici per l'organismo?

Prende il nome di ormone del buonumore, dal momento che è coinvolta nella regolazione di alcune importanti funzioni come l’umore, le emozioni, il sonno e l’appetito, determinando anche una precoce comparsa del senso di sazietà.

La presenza di serotonina permette di mantenere una condizione di equilibrio interiore, aumentando la resistenza allo stress e riducendo l’ ansia.

La sua mancanza può portare ad effetti negativi sul nostro corpo e in modo particolare sul nostro umore, causando in certi casi fenomeni di depressione.

Grazie alla serotonina combatti tristezza e ansia

Come aumentare i livelli di Serotonina?

La serotonina è prodotta dall'amminoacido essenziale triptofano. Un amminoacido essenziale significa che non può essere prodotto dal tuo corpo, ma deve essere integrato attraverso l'assimilazione di specifici nutrienti, contenenti triptofano.

Sono molti gli alimenti ricchi di questo importante amminoacido, in particolare i latticini (es. latte e yogurt), il cioccolato fondente, la frutta secca (es. mandorle, nocciole), i legumi (es. ceci e fagioli), ma anche le proteine animali, come pollo e tacchino.

Per assicurarti la presenza di sufficienti livelli di serotonina, non dimenticarti dell'importanza dell'esercizio fisico, attraverso il quale è possibile abbassare anche il livello di stress.

Serotonina: l'ormone che regola le tue emozioni


Dopamina: l’ormone dell’euforia

Un altro ormone fondamentale per il nostro benessere psicofisico è senza dubbio la dopamina, responsabile del senso di gratificazione e appagamento che proviamo, ad esempio, dopo un allenamento. La sua sintesi è stimolata, in particolare, dagli allenamenti di forza.

Combinata con la serotonina, fa sì che al termine di un workout nasca il desiderio di ripetere l’esperienza appena vissuta, per riprovare le stesse sensazioni positive.

Come viene prodotta?

Oltre all’attività fisica, la produzione di dopamina può essere ricondotta anche ad altre sollecitazioni esterne, come l’assunzione di un cibo particolarmente buono, idratarsi quando si ha molta sete, ascoltare una canzone che ci piace, bere caffè e non solo.

La dopamina infatti è definita la sostanza chimica del piacere perché alimenta il desiderio di rivivere situazioni piacevoli, motivando le persone a cercare quello che le fa stare bene.

Da questi meccanismi possono generarsi delle dipendenze negative - ad esempio dal fumo o dalla caffeina - ma anche positive, come il voler ripetere l'allenamento, visto le sensazioni piacevole provate a fine workout.

Dopamina: l'ormone che crea dipendenza

Quali sono le funzioni principali?

La giusta quantità di dopamina influisce positivamente, come la seratonina, sul tono dell'umore.  Contribuisce - inoltre - ad assicurare una maggior produttività, apprendimento, concentrazione, motivazione, soddisfazione.

L'allenamento stimola la formazione di Dopamina


Quindi…

Possiamo giungere ad una importante conclusione: spesso nella vita si cerca la felicità al di fuori di noi stessi, in oggetti o persone, dimenticandoci l’importanza del nostro benessere interiore.

La nostra felicità dipende dai nostri atteggiamenti, dalle nostre abitudini. Il primo passo per ritrovare il proprio benessere è stabilire una propria routine, fatta di azioni positive, dalle quali possiamo trarre beneficio, sia a livello fisico, sia mentale.

Più esercizio, più felicità

Vuoi mettere al primo posto il tuo benessere, migliorare il tuo umore e dimenticarti di ansia e stress? Hai sempre avuto la soluzione a portata di mano: trova l'allenamento che fa davvero per te, che diventi un momento che dedichi a te e basta.

Puoi iniziare a creare la tua routine da casa: eviterai il traffico, il cercare parcheggio, il troppo affollamento, eventi che troppo spesso si trasformano in motivo di stress, allontanandoti dall'obiettivo principale: il tuo benessere.

Attività fisica e riposo: le migliori strategie per essere felici